COVID 19 - APPELLO DEL SINDACO

...

20/11/2020

APPELLO AL BUON SENSO!

Buongiorno, sono giorni difficili sotto ogni punto di vista per tutti e lo sono anche per me. Da un lato la necessità di rispettare, nel mio caso anche di far rispettare, tutte quelle misure governative e regionali volte a contenere la diffusione del virus, dall'altra invece quella di provare a continuare la vita di tutti i giorni, di continuare a lavorare per garantire un futuro alla nostra famiglia e alla nostra attività/lavoro. Coniugare questi due aspetti risulta a volte quasi impossibile e ci espone a scelte non semplici che con il senno di poi possono anche dimostrarsi profondamente errate.

In questo primo mese di "seconda ondata", a differenza della prima, ho deciso, vista la grave crisi economica in atto e la fragilità psicologica manifestata da molti, di non chiudere talune strutture pubbliche e soprattutto di cercare il dialogo con le persone colte in atteggiamenti non rispettosi di leggi e ordinanze.

A distanza di circa 30 giorni però è arrivato il momento di fare il punto della situazione e non vi nego che sono un po' deluso da alcuni, fortunatamente pochi, cittadini e visto l'andamento dei contagi anche preoccupato.

Da stamattina abbiamo superato quota 70 contagi dall'inizio della seconda ondata, un dato importante, se pensiamo anche ai "soli" 38 contagiati di marzo/aprile.

E' si vero che il dato è condizionato dall'altissimo numero di tamponi prescritto in via prudenziale dai nostri medici di base (stanno facendo un lavoro preventivo straordinario) su persone con sintomi lievi e dai molti, troppi, "focolai" domestici, ma è altrettanto vero che tutto ciò ci dovrebbe far riflettere su quanto oggi il virus sia presente in paese e quanto alto sia il rischio di contrarlo.

Inutile negarvi che mi preoccupa soprattutto la fascia di popolazione più anziana, anche perché molto spesso mi imbatto in persone ADULTE che non rispettano le norme. Stamattina ho redarguito due gruppetti di persone intente a fumare e senza i dispositivi di protezione individuale.

Non intendo al momento cambiare la linea sopra esposta, ma nei prossimi giorni mi confronterò, come giusto che sia, con gli organi preposti per fare il punto della situazione e non lasciare nulla al caso.

Vi chiedo per favore di non abbassare la guardia e di continuare a rispettare le regole come stanno STRAORDINARIAMENTE facendo i nostri bambini e ragazzi IN RIGOROSO SILENZIO.

Il Comune sta cercando, nel limite del possibile, di non lasciare indietro nessuno, sono al momento attivi il bonus alimentare, il contributo ai commercianti, la compartecipazione per il tampone e il rimborso ai libri di testo per i ragazzi delle scuole secondarie, piccole misure ma concrete che speriamo possano essere d'aiuto.

Da questa situazione possiamo uscirne solo se remiamo tutti verso la stessa direzione.

Grazie dell'attenzione

Il Sindaco