OGGETTO: DOMANDA SEMPLIFICATA DI OCCUPAZIONE A TITOLO GRATUITO DEL SUOLO PUBBLICO

Data:
19 Maggio 2021
Immagine non trovata

Il sottoscritto…………………………………… nato a ………………………….Prov. …………...

Il…………………….…………….….residente ………………………………….Prov.……………

via………………………………………………………..……………….n.…………………………

Codice Fiscale/Partita IVA …………………………………………………………………………..

in qualità di …………………………………………………. n. tel. ……………………..............…

indirizzo e-mail ………………………………….. indirizzo PEC ………………….……………….

(ovvero titolare della concessione n. ……………. del …………………… rilasciata da codesto Ufficio)

DOMANDA

di voler occupare, con la posa di elementi di arredo urbano quali sedie e tavolini, al più accompagnati da elementi ombreggianti (costituiti da ombrelloni):

  • lo spazio antistante il locale in cui si esercita l’attività, così come individuato nell’allegato schema grafico;
  • lo spazio fronteggiante il locale “al di là” della sede stradale e prospiciente l’attività economica, così come individuato nell’allegato schema grafico;
  • lo spazio, così come individuato nell’allegato schema grafico, in posizione diversa rispetto all’area fronteggiante la sede dell’esercizio ma nelle immediate vicinanze dello stesso;

 

All’uopo, il sottoscritto, consapevole che in caso di dichiarazioni mendaci, la falsità negli atti e l’uso di atti falsi comportano l’applicazione delle sanzioni amministrative di cui al comma 1bis dell’art. 75 del DPR 445/2000, nonché delle sanzioni penali di cui all’articolo 76 del DPR 445/2000 per come modificati dall’articolo 264 comma 2 del DL 34/2020, convertito in legge n. 77/ 2020:

DICHIARA

  • di rispettare, ai fini dell’occupazione di suolo pubblico, ubicato in via/viale/piazza ……........................................ n. civico ………………….le disposizioni del Regolamento comunale per la disciplina del canone patrimoniale di occupazione del suolo pubblico e di esposizione pubblicitaria e del canone mercatale, approvato con deliberazione di C.C. n. 4 del 26/02/2021;
  • di lasciare libero da qualsiasi occupazione lo spazio corrispondente alla carreggiata stradale;
  • di rispettare, nella posa degli arredi, le modalità esecutive prescritte dal sopra menzionato Regolamento sull’occupazione di suolo pubblico;
  • di fare salvi i diritti dei terzi;
  • di obbligarsi a riparare tutti i danni derivanti dall’occupazione permessa; -
  • di obbligarsi a rispettare le disposizioni contenute nel Decreto Legislativo 30 aprile 1992, n.285 (Nuovo Codice della Strada) e Regolamento di esecuzione e di attuazione del nuovo codice della strada (d.P.R. n. 495/1992) e nei regolamenti comunali  vigenti;
  • di rispettare ed adempiere a tutti gli oneri connessi alla tutela della sicurezza ed igiene ed a predisporre tutti gli apprestamenti necessari a garantire la sicurezza dei luoghi di lavoro nel rispetto degli obblighi indicati dal D. Lgs. 81/08 e degli altri rivenienti dall’applicazione delle misure straordinarie per contenere la diffusione dell’epidemia da COVID-19, con particolare riferimento a quanto contenuto nel «Documento tecnico su ipotesi di rimodulazione delle misure contenitive del contagio da SARS-CoV-2 nel settore della ristorazione».

Inoltre, con riferimento all’occupazione di spazio pubblico fronteggiante il locale “al di là” della sede stradale e prospiciente l’attività economica,

DICHIARA

che la circostanza non corrisponde all’ipotesi di occupazione richiesta

SI IMPEGNA

  • a rimuovere le opere installate e/o ad adeguare e/o ridurre le aree occupate in ampliamento, a semplice richiesta degli organi di vigilanza e controllo, prestando fin da 7 subito acquiescenza alle determinazioni degli stessi, ove ravvisino situazioni pregiudizievoli alla fruizione degli spazi pubblici in sicurezza.
  • ove sorgano conflitti con altri operatori per l’occupazione dell’area pubblica in ampliamento, e comunque in tutti gli altri casi in cui sorgano conflitti tra più esercenti, ad adeguarsi alle indicazioni degli organi di vigilanza e controllo, prestando fin da subito acquiescenza alle determinazioni degli stessi.
  • ad esercitare l’attività secondo modalità conformi alla disciplina igienico-sanitaria stabilite dalle Autorità competenti;
  • a ricollocare, alla fine dell’esercizio giornaliero delle attività, gli elementi di arredo urbano all’interno dell’esercizio commerciale oppure dell’area già formalmente concessa nei titoli autorizzatori precedentemente rilasciati, se richiesti dall’amministrazione comunale.
  • a garantire che l’occupazione del suolo pubblico avvenga senza inibire il passaggio dei veicoli necessari alle operazioni di soccorso e, quando su marciapiedi, preservando un passaggio libero adeguato.

ALLEGA

  • schema planimetrico recante il rilievo dello stato dei luoghi, la individuazione dell’area occupata (ex novo e/o in ampliamento) e gli ingombri quotati;
  • copia del documento di riconoscimento del sottoscrittore in corso di validità.

 

 

 Firma del titolare o legale rappresentante

 

   ______________________________

Ultimo aggiornamento

Lunedi 23 Agosto 2021