BONUS ACQUISTI 2021

E’ indetto il bando per l’ottenimento di un “bonus acquisti” finalizzato all’erogazione di contributi economici straordinari, per supportare le spese primarie di quei nuclei familiari che, anche a causa della pandemia, si trovino in condizioni di reddito insufficiente a garantire i bisogni fondamentali.

Data:
10 Novembre 2021
Immagine non trovata

Può essere presentata una sola richiesta per nucleo familiare. Gli acquisti dovranno essere effettuati entro e non oltre il 27.02.2022, pena perdita di efficacia del buono.

REQUISITI

1. Residenza di tutti i componenti del nucleo familiare nel Comune di Massalengo

2. Possesso per i cittadini extracomunitari della carta di soggiorno o di permesso di soggiorno almeno biennale;

3. Non titolarità di altre proprietà immobiliari diverse dalla prima casa di abitazione;

4. Non essere percettori del reddito di cittadinanza ad eccezione degli inabili al lavoro e dei pensionati;

5. Situazione di precarietà economica (indicatore ISEE pari o inferiore ad € 12.500,00)

CRITERI PER L’ACCESSO

Concorrono a garantire titolo all’accesso del contributo:

1. Condizione di disoccupazione, con contestuale iscrizione al patto Personalizzato (ai sensi del d.lgs n. 150/2015, art. 20),anche se sostenuta da ammortizzatori sociali (es. cassa integrazione, indennità di mobilità).

2. Numero dei figli a carico;

3. Età pari o superiore ad anni 70.

A questi criteri prioritari corrispondono punteggi singoli, che concorrono a formulare un punteggio complessivo attribuibile a ciascun richiedente.

MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

Per poter accedere al contributo occorre compilare e consegnare il modello di domanda presso l’ufficio protocollo comunale durante l’orario di apertura al pubblico, da Giovedì 11 Novembre 2021, entro e non oltre Martedì 30 Novembre 2021.

Alla domanda devono essere allegati i seguenti documenti:

- Dichiarazione Isee in corso di validità;

- Eventuale documentazione attestante una modifica della condizione lavorativa (licenziamento o certificato dello stato di disoccupazione, ecc) oltre alla sottoscrizione del Patto di Servizio Personalizzato (ai sensi del D.lgs n. 150/2015, art. 20); - Documentazione comprovante il patrimonio mobiliare;

- Per i cittadini extracomunitari, fotocopia della Carta o del permesso di soggiorno;

- Autocertificazione, ai sensi del DPR 445/2000, della composizione del nucleo familiare. Si raccomanda la massima precisione e veridicità nei dati autocertificati poiché le dichiarazioni verranno sottoposte al controllo della Guardia di Finanza al fine di evitare abusi e l’erogazione di fondi a persone non bisognose.

 

 

Ultimo aggiornamento

Venerdi 26 Novembre 2021